INUMANI, IL NUOVO DISCO DEI TRE ALLEGRI RAGAZZI MORTI

Da ventidue anni i Tre Allegri Ragazzi Morti propongono musica e non solo, direttamente dal sottosuolo fertile del nostro paese. Partendo dalle risposte di Enrico Molteni alle nostre fugaci domande, vi raccontiamo il nuovo disco, Inumani, in vista della tappa fiorentina della Flog, il 2 aprile.

 

La copertina di Inumani

 

Ci sono gruppi che stanno nei bassifondi della società, e creano, producono e inventano da tempo, ignorati dai grandi media. Forse è proprio questo il bene. Riescono a fotografare il vero mutamento della realtà nei loro lavori. Di questi qruppi se ne potrebbero elencare molti: Bandabardò, The Zen Circus, Verdena, Marta sui tubi, etc.

Oggi parliamo dei Tre Allegri Ragazzi Morti, che il mutamento di cui parliamo sono riusciti a coglierlo bene nell’ultimo disco. Oggi lo svisceriamo, traccia dopo traccia, insieme al bassista Enrico Molteni.

Un piccolo cammino nel nuovo album: Inumani.

 

Da dove provengono gli stimoli maggiori?

Credo ci sia in noi una forte curiosità verso ciò che ci circonda, quindi ogni cosa è uno stimolo! Sicuramente aiutano i viaggi, gli ascolti, le letture.

 

Stiamo tutti diventando inumani? Come possiamo scampare a questo?

Non lo sappiamo, vediamo però nei giovanissimi buone possibilità di recupero. Sembrano più interessati alle questioni importanti della vita di quanto lo fossimo noi alla loro età.

Inumani racconta luoghi, battaglie e personaggi. Spesso narrato al femminile, Inumani ha a che fare con i nostri sogni, le nostre ambizioni, le nostre ferite esorcizzate dalla forza della musica. Alternando inni e ballate, Inumani si lega a doppio filo al mondo dei fumetti. Il titolo stesso è un omaggio all’epica americana dei supereroi, nell’invenzione più visionaria del grande Jack Kirby. Fresco e pieno di suggestioni, Inumani gode della partecipazione di amici incontrati in questi ultimi anni di vita.

La sai la novità?/Che siamo tutti uguali e tutti un po’ diversi/Tutti in fondo persi dentro al telefono. 

“Persi nel telefono”

Cosa ci dobbiamo aspettare dal vostro nuovo live?

Il concerto è molto ricco, ci sono i brani nuovi e anche i vecchi “classici”. Inoltre c’è Adriano Viterbini, che ci dà sicuramente una marcia in più!

 

Dal vivo i Tre Allegri Ragazzi Morti saranno in cinque! Il disco verrà presentato in dodici concerti esclusivi, con una formazione inedita: sul palco, assieme a Davide Toffolo, Enrico Molteni, Luca Masseroni e Andrea Maglia  salirà anche Adriano Viterbini, eccezionale chitarrista romano già noto per i suoi Bud Spencer Blues Explosion e per le tournée internazionali con artisti del calibro di Bombino.

I Tre allegri diventano quindi Cinque come nell’omonimo fumetto del cantante Davide Toffolo, del quale proprio in questi giorni la Panini Comics, dopo aver pubblicato la serie storica a colori, si prepara a pubblicare la nuova serie composta da tre nuovi episodi.

 

Inumani, graficedi Davide Toffolo

 L’artwork di Inumani è a curadi Davide Toffolo, frontman della band e fumettista. In questa occasione ha rappresentato  i Tre allegri ragazzi morti in undici diverse pose solamente con l’uso di carta e forbici, ispirandosi alle opere di Hans Christian Andersen.

 


 

Sempre tanta roba, piena inventiva e ricchi contenuti dai ragazzi di Pordenone! Ascoltate il disco, è disponibile ovunque: http://www.treallegriragazzimorti.it/dischi/inumani/


Qui tutte le date del tour: http://www.bandsintown.com/TreAllegriRagazziMorti

 

Per i più affamati consiglio di visitare il nuovo sito de La Tempesta e dei TARM, divertirsi a spostare robe e esplorare! Andate a vederli e animate la cumbia